Sito Storico e Blog di Giorgio Marenghi - Storia Veneta - Eversione - Opinioni su fatti politici

UN RACCONTO-INCHIESTA SUI PROTAGONISTI DELL'EVERSIONE DI STATO

Nero, bianco e rosso

 

 

INDICE

 

Parte prima: Sartori, Freda, Ventura, Loredan e i maoisti [clicca qui] - 

Parte seconda: Ventura, Sartori e la "pista nera" [clicca qui] -

Foto delle vittime [clicca qui] -

Parte terza: Ventura, Freda, Sartori e Lorenzon dopo la strage del 12 dicembre 1969 [clicca qui] -

Parte quarta: Lorenzon, la sua ritrattazione e la rabbia di Freda e Ventura - Il viaggio in Svizzera per la "carta igienica" pubblicitaria - Sartori: l'incredibile provocazione in cui mostra una sua "disponibilità" - [clicca qui] -

Ventura: la raccomandata alla questura e ai procuratori della Repubblica - [clicca qui] -

Ventura: La difesa di Ventura al Tribunale di Roma contro le "rivelazioni-diffamazioni" di Lorenzon - [clicca qui] -

Parte quinta: La "missione in campo nemico" di Alberto Sartori - Il disastro della Litopress - Il volume: "Gli attentati e lo scioglimento del Parlamento" - Le menzogne di Sartori: un'arma a doppio taglio - La grande baruffa tra Ventura e Sartori per le cambiali protestate - I telegrammi e l'intervento dell'avvocato Lino Bettin - [clicca qui] -

L'APPUNTO (5 agosto 1970) dello STATO MAGGIORE ESERCITO sulla preparazione del colpo di Stato di Junio Valerio Borghese - [clicca qui] 

Lettera di dimissioni di Alberto Sartori a Gracci del 2 settembre 1970 - [clicca qui]

Spiegazione: Fermata per il lettore ma non si scende - [clicca qui] -

Lettera di Alberto Sartori a Gracci del 15 febbraio 1971 - [clicca qui]

Parte sesta: Facciamo il punto sulla strategia eversiva, sui documenti e sui profili dei protagonisti di cui abbiamo trattato. Le "bricioline di pane" di Freda e di Ventura - La versione di Giancarlo MARCHESIN (socialista) sull'occultamento delle armi della cellula fascista di Ventura - La scoperta delle armi e dell'esplosivo: la testimonianza di Franco COMACCHIO (socialista) - [clicca qui] -

IL MEMORIALE di Ruggero Pan - [clicca qui] -

Parte settima: Le cambiali "cinesi" - Sartori, uomo dell'ambasciata albanese favorisce nei fatti la cellula nera di Freda e Ventura - La politica delle "ombre" e il fattore economico della "missione antifascista" - [clicca qui] -

Parte ottava: Gli arresti di Freda, Ventura e Trinco il 9 aprile 1971 - Inizia ufficialmente la "pista nera" - Un documento eccezionale del Centro di Controspionaggio di Padova - Sartori sempre al centro dell'attenzione - Il duo Quaranta-Franzin - INEDITO: un documento del SID su Alberto SARTORI dopo gli arresti della cellula neofascista - [clicca qui]

Testimonianza spontanea di Alberto Sartori al giudice STIZ del 26 aprile 1971 - [clicca qui]

Lettera di Alberto Sartori all'avv. Angiolo Gracci del 5 maggio 1971 - [clicca qui]

Parte nona: Dopo gli arresti c'è una fase di transizione - Le critiche di stampa e dei Servizi Segreti - Il fascicolo va a Padova e FRANCO COMACCHIO fornisce altre notizie - Stiz gioca le sue carte e in dicembre (1971) fa arrestare di nuovo Freda, Ventura e altri favoreggiatori - [clicca qui]

ECCEZIONALE! - Esiste un altro SARTORI ma non è il nostro ex partigiano. Si tratta di un agente del servizio di Controspionaggio tedesco - BfV - principale "antenna" dello stesso nel Veneto nello stesso periodo da noi esaminato - [clicca qui]

Parte decima: RIVELAZIONE ESPLOSIVA DEL CONTROSPIONAGGIO!: ALBERTO SARTORI (secondo Potere Operaio) E' IL NUMERO DUE DEI G.A.P. DI FELTRINELLI! - E ancora altri documenti sulla figura dell'ex partigiano vicentino - [clicca qui]

IL SID TRUCCA LE CARTE: UN IGNOBILE DEPISTAGGIO PER COPRIRE I COLPEVOLI - [clicca qui]

Parte finale: Il racconto termina ma c'è ancora molto da dire. Emerge, sopra tutti i personaggi esaminati, solo ALBERTO SARTORI, il vero avventuriero dell'intera vicenda relativa alla cellula nera di Freda-Ventura. Chi fu Alberto Sartori? Cerchiamo di mettere a fuoco personalità e fatti storici, ma la parola fine è impossibile scriverla veramente... [Clicca qui]

 

FINE